Film d'autore

“Il dubbio. Un caso di coscienza” Prossimamente

È del coraggio delle proprie azioni che questo film ci parla e, in particolare, delle conseguenze che il timore di assumersi delle responsabilità può avere sulle vite altrui.

Tutti i personaggi sono colpevoli: il padre per avvelenamento e il medico per cattiva omissione di soccorso la sera stessa dell’incidente.

Il regista si serve delle parole dello scrittore svizzero Rolf Dobelli per spiegare l’idea di fondo di “Il dubbio – Un caso di coscienza”: “I coraggiosi e gli impavidi sono stati uccisi prima che potessero trasferire i loro geni alle generazioni successive. I rimanenti, cioè i codardi e i gentili, sono sopravvissuti. Noi siamo la loro progenie”.